Ancora un attimo...

Simone Castiglioni

SimoneUna laurea in Design, facoltà scoperta casualmente dopo una chiacchierata con un’amica e conseguita poi con passione, impegno e un po’ di sano divertimento.

Durante gli anni di studio, tante le esperienze lavorative, anche molto diverse tra loro: dal visual marketing di prodotti per l’infanzia a workshop per il settore del fai da te, professioni molto diverse dalla mia attuale, che però mi hanno permesso di acquisire conoscenze e modus operandi che mi sono poi tornati utili nella vita e nelle relazioni con i clienti.

Perché nella vita tutto torna e tutto si tiene. E così una mattina alle 10.00, dopo aver finito il turno in un supermercato, ho ricevuto una telefonata per lavorare all’Ufficio Comunicazione del Politecnico di Milano. Lì ho trascorso diversi anni, tra le mura storiche della mia università, occupandomi di immagine coordinata (dalla creazione di marchi alla loro applicazione), di below the line, di web design… In seguito, ho affiancato quest’esperienza con altre collaborazioni in agenzie pubblicitarie e con l’insegnamento all’interno di corsi di laurea e master presso la Facoltà del Design del Politecnico.

Nel tempo, è cresciuta in me la voglia di creare “qualcosa di mio”, qualcosa di disegnato sulle mie passioni e sui miei stili, qualcosa che mi permettesse di essere me stesso fino in fondo: così, il 1° febbraio 2007, insieme a Laura, ho aperto Bottega dei segni, il nostro piccolo grande “atelier di comunicazione”, un luogo in cui poter far vivere l’atmosfera e l’energia delle botteghe artigiane di un tempo ma con lo spirito creativo, moderno, entusiastico che mi contraddistingue.

Colori, musica, codice php, quaderni e matite, gatti, buon cibo, talvolta un buon bicchiere di rosso o una weissbier gelata, rock, gong e didgeridoo, yoga, Cicale, Mac, instagram, tattoos, schizzi, illustrazioni, pennarelli… sono solo alcuni dei segni che lascio fuori e dentro la Bottega. Ma la lista è lunga e in continua evoluzione.